019 82.47.11 Orario: Mar-Ven 8:00-13:00 15:00-19:30   Sab 9:00-13:00 15:30-19:30
Marmi per pianali delle cucine

Il top della cucina e i suoi materiali

Il piano di lavoro della cucina può essere realizzato attraverso l’impiego di diversi materiali, da quelli naturali, agli agglomerati ai materiali ceramici.
In Liguria, a Savona, presso il nostro mobilificio, trovi  una ricca Materioteca che ti consente di scegliere con più oculatezza il top della tua cucina.

Se stai pensando di acquistare una cucina, molto probabilmente ti stai chiedendo quali materiali scegliere per il top, per adattarlo alle tue esigenze di utilizzo e di estetica.
Con questo breve articolo desideriamo darti qualche informazione di base sui materiali disponibili presso il nostro mobilificio Arredamenti Boagno, in modo da darti qualche spunto per la realizzazione del piano di lavoro della tua cucina.
Presso la nostra esposizione a Savona, è infatti disponibile una ricca Materioteca, proprio per consentirti di scegliere il materiale che preferisci.
Un materiale lo scegli per l’estetica, ed è sicuramente la ragione “emozionale”, ma è indispensabile pensare anche alle caratteristiche di ognuno di questi, perché sia adeguato alle tue abitudini di utilizzo quotidiane.
Quindi, ricapitolando, è importare valutare l’estetica dei materiali per il pianale della tua cucina, ma anche la funzionalità.

Consideriamo 3 diverse tipologie di materiali per il top della cucina

Materioteca con selezione di materiali per la realizzazione dei top delle cucine

La Materioteca di Arredamenti Boagno Savona allestita su un vecchio banco da lavoro della falegnameria di famiglia

  1. Le pietre naturali
  2. Quarzo o “Agglomerati”
  3. Materiali ceramici

Le  pietre naturali sono i marmi, graniti, onici e altre generate dai processi geologici del nostro Pianeta in milioni di anni.
La Natura ci regala grandi meraviglie e, anche nel caso delle pietre, è stata estremamente generosa, creando rocce che racchiudono  autentiche opere d’arte dai colori unici.

Nella news di oggi parliamo del Marmo, splendido elemento nel piano di lavoro di una cucina

Sapete come si forma il marmo? Solo un brevissimo cenno, molto semplice.
Il marmo si forma da alcune rocce sedimentarie, come il calcare o la dolomia, che subiscono una trasformazione che determina la ricristallizzazione del carbonato di calcio di cui sono composte. Così si crea naturalmente il  mosaico di cristalli che ci lascia sempre stupefatti.

Come si formano i colori del marmo

Questa bellissima pietra è disponibile in molti colori, ma sapete da cosa dipendono?
Pensate che dipendono dalla presenza di impurità minerali, come argilla, limo, ossidi, sabbia ed altri. Proprio così!
Queste sono esistenti sotto forma di granuli o strati all’interno della roccia.
Nel corso del processo di metamorfosi, le impurità vengono spostate o ricristallizzate per la pressione o il calore. Così in natura si creano marmi di colorazioni uniche, come il beige, bianco, blu, giallo, grigio, marrone, nero, rosa, rosso e verde. Tanti vero?

Normalmente i marmi dedicati alla produzione dei piani di lavoro delle cucine vengono lavorati in lastre con spessori di 2/3 cm, ma è possibile ottenere anche spessori più elevati.

Il marmo è un materiale naturale poroso, ma niente paura!
Proprio in considerazione della natura di questa pietra, oggi i pianali delle cucine vengono trattati a livello della superficie in modo da risultare antimacchia.

Nelle prossime news ti racconteremo gli altri materiali utilizzati per realizzare il top della cucina.
Se nel frattempo hai domande o dubbi, vieni a trovarci nella nostra esposizione Arredamenti Boagno a Savona. Saremo lieti di mostrarti la nostra Materioteca!

 

 

Condividi il post

Facebook
Google+
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Print
Email